Sei pronto per una carriera liquida?

Oggi si sente parlare di carriera liquida. Ma cosa si intende esattamente? Come prepararsi a questa nuova concezione del lavoro?

Il concetto di lavoro si evolve con l’evolversi della società. Lo smart working, che il lockdown ci ha fatto conoscere e apprezzare, è solo il primo passo di un cambiamento radicale. Stiamo passando dal concetto statico di posto fisso a un’idea di lavoro più fluido e discontinuo. Per questo, si parla sempre di più di carriera liquida.

Cosa si intende per carriera liquida?

Si tratta di un’espressione che, prendendo spunto dalla definizione di “società liquida” di Zygmunt Bauman, viene utilizzata per definire il cambiamento del paradigma lavorativo.

Secondo questa idea, nel futuro saremo sempre più chiamati a reinventarci, a mescolare vita privata e professionale e a tornare sui banchi delle (video) lezioni. Formazione, sviluppo delle soft skills, approfondimento delle passioni personali si alterneranno ai periodi dedicati al lavoro come lo concepiamo ora. Un equilibrio sempre più virtuoso tra tempo lavorativo e vita privata andrà a beneficio sia delle aziende e sia dei dipendenti.

Gli economisti dicono che passeremo dall’era della produzione a quella dell’immaginazione.

Il successo non dipenderà solo dalle competenze, ma da capacità meno quantificabili come il pensiero critico, l’intelligenza emotiva, la capacità di collaborare con gli altri. Saremo chiamati ad essere dei “Perennials”, ovvero persone aggiornate su tutto, curiose ed empatiche.

Come prepararsi per una carriera liquida? Ecco tre consigli.

1-Metti a fuoco i tuoi talenti

Per scrivere un cv efficace, analizza quali traguardi hai già raggiunto e come puoi trasformarli in punti di forza per i tuoi obiettivi. Sul tuo curriculum e durante il colloquio sottolinea non solo le tue hard skills (titoli di studio, competenze, ecc.), ma anche le tue soft skills (flessibilità, capacità relazionale, affidabilità, rispetto delle regole, caratteristiche sempre più apprezzate dalle risorse umane)

2-Usa bene Linkedin

Nel nostro Paese l’utilizzo di questo social è cresciuto delll’85%. Scegli una foto riconoscibile, professionale ma non seriosa. Individua ciò che credi ti distingua dagli altri e mettilo in evidenza. Nei post non condividere solo contenuti della tua azienda o delle cose che fai tu, ma tutto ciò che ti colpisce, anche se va oltre il tuo campo lavorativo.

3-Cresci con l’e-learning

È importante aggiornare continuamente le proprie conoscenze e competenze e l’apprendimento a distanza lo consente con più facilità. L’e-learning rende più facile la condivisione dei contenuti con persone situate a grandi distanze, dà possibilità di apprendere secondo i propri ritmi e ha minori costi rispetto alla formazione tradizionale.

Fonte:

Donna Moderna

(Credits immagine: pixabay.com/it/photos/studente-donna-avvio-business-849821/)