Scegliere di diventare madre

Diventare madre è una decisione importante e dovrebbe essere una scelta consapevole e ben ponderata. Così come dovrebbe essere una scelta legittima anche decidere di non avere figli.

diventare madreL’Italia si sta trasformando in un Paese senza madri e senza bambini. Complici i fattori economici e sociali, il 20% delle donne tra i 40 e i 44 anni non ha figli, mentre il primo figlio si fa oltre i 30 anni, in netto ritardo sul resto d’Europa.

Prima di scegliere di diventare madre ci si pongono molte domande.

Voglio davvero un bambino? Sarò all’altezza? Perderò totalmente la mia autonomia? Sarò in grado di mettere in secondo piano i miei bisogni per assecondare quelli del bimbo? Porsi queste domande è più che lecito ed è di fondamentale importanza per fare una scelta consapevole.

Un’altra fonte di dubbi e incertezze, che scoraggia le donne alle prese con il dubbio della maternità, è l’aspetto economico. Perché in Italia il binomio donne e lavoro continua ad essere esplosivo.

Avere un figlio è un’avventura emozionante ma può essere anche un’esperienza sconvolgente.

È un avvenimento meraviglioso, ma può essere anche un’esperienza molto stressante sia per la coppia sia per i suoi singoli componenti. Gli equilibri costruiti fino a quel momento iniziano a vacillare, il cambiamento è radicale ed è estremamente importante esserne pienamente consapevoli. Avere un figlio porta tanta gioia ma significa anche alterazione del ciclo sonno-veglia, allattamento, diminuzione del tempo libero,  dipendenza del bambino dal genitore in tutto e per tutto, assunzione di una nuova identità e di un ruolo tutto da scoprire. Spesso l’istinto di noi donne ci dice che non siamo pronte a rinascere come madri.

Diventare madre dovrebbe essere una scelta consapevole.

La maternità è un processo molto meno naturale di quanto ci sia stato imposto dalla cultura.  È importante il poter scegliere consapevolmente, ma anche sentirci legittimate nella nostra scelta.

Perché chi non desidera avere figli dovrebbe sentirsi in colpa? È un nostro diritto decidere come vivere la nostra esistenza, come investire le nostre energie e che tipo di persona vogliamo diventare. Se in questa immagine la maternità non rappresenta il tipo di identità che desideriamo, allora è importante scegliere senza farci influenzare dal contesto sociale o dalle sollecitazioni familiari. Non esiste nulla di così particolare e nello stesso tempo universale della maternità. Per questo abbiamo tutte ragione. Chi decide di avere figli e chi esercita il diritto di non averne.

Fonte:

Donna Moderna

Redazione Mettiche

Ultimo aggiornamento: 21 luglio 2019

Voto Medio Utenti (4.5/5)