Salute su Google: ecco come informarti in maniera corretta.

Quando hai un dubbio, la prima cosa che fai è cercare le informazioni sulla salute su Google? Si tratta di uno strumento rapido, ma pieno di insidie. Ecco 7 consigli per usarlo in maniera corretta.

Il dottor Google è senz’altro lo specialista più consultato al mondo. Ogni anno, solo in Italia, vengono effettuati 4 miliardi di ricerche online in tema di salute.

Sicuramente Google è uno strumento di informazione molto rapido. Ma può nascondere delle insidie e diventare pericoloso, se non utilizzato nella maniera corretta. Il rischio è di incappare in fake news  e teorie senza alcuna base medico-scientifica. O di convincersi di essere malati solo sulla base delle informazioni reperite in rete.

Ecco allora 7 utili consigli da seguire quando fai ricerche sulla salute su Google.

1- Impara a cercare bene.

Uno stesso argomento, per esempio il gonfiore allo stomaco, può essere affrontato in tanti modi. Quali sono le cause? A quali patologie può essere collegato? Se cerchi bene, potrai ottenere una risposta chiara e valida.

Puoi usare Google Translate per tradurre in altre lingue le parole principali.  Avrai, così, modo di estendere la tua ricerca a siti internazionali, confrontando più articoli.

2- Controlla sempre le fonti da cui provengono le informazioni.

Normalmente, nella sezione “chi siamo” puoi trovare informazioni sulla fonte delle notizie. Puoi fidarti se le notizie arrivano da ospedali, società scientifiche, enti istituzionali, istituti di ricerca e ordini professionali.  Un ulteriore indice di qualità della fonte è la presenza di una dichiarazione di disconoscimento, che segnala come il sito web ha esclusivamente scopo informativo e non intende sostituirsi ai consigli del medico.

3- Verifica la data di aggiornamento quando cerchi informazioni sulla salute su Google.

Controlla la data dell’ultimo aggiornamento del portale, per essere sicuro che contenga informazioni recenti. Considera che le scoperte scientifiche e i progressi in ambito medico sono velocissimi.

4- Diffida da chi afferma di aver scoperto cure miracolose.

Quando cerchi informazioni sulla salute su Google, diffida anche di chi avanza teorie in netto contrasto con la scienza ufficiale, tipo: “i vaccini fanno male” oppure “le gravi malattie si possono curare con rimedi naturali”.

5- Attenzione ai forum

I forum ti permettono di scambiare informazioni, opinioni e preoccupazioni con chi ha avuto esperienze simili alla tua. Considera, però, che nella maggior parte dei forum non c’è la supervisione di un medico.

 6- Non cadere nella cybercondria

Il frenetico bisogno di etichettare il proprio malessere ha fatto crescere il numero delle autodiagnosi e ha determinato la diffusione del fenomeno chiamato “cybercondria”. Sulla rete è facile imbattersi in diagnosi di malattie incurabili e potenzialmente mortali: così, un semplice mal di gola si trasforma in tumore e un dolore intercostale in infarto.

7- Stai attento quando acquisti farmaci online.

C’è sempre il rischio di imbattersi in farmaci contraffatti, che possono rivelarsi inefficaci o addirittura tossici. Acquista, quindi, solo nei siti autorizzati alla vendita, contrassegnati dal bollino di sicurezza: una croce bianca che ha come sfondo tre strisce verdi e una grigia, accompagnata da un piccolo tricolore.

Fonti:

Starbene n. 32,  23 luglio 2019

Gerardo D’Amico, “Dottor Web & Mister Truffa. Come Internet ti ruba salute e soldi”.

Istituto Superiore di Sanità

Redazione Mettiche

Ultimo aggiornamento: 23 settembre 2019

Voto Medio Utenti (4.6/5)