Non lasciarti ingannare dalle scuse dell’ex: ecco una guida alla decodifica del suo messaggio!

Al mattino “buongiorno amore mio” e di sera “scusa, forse non ti amo più”? Già, è successo a tutte almeno una volta. Ma non temere, dopo tutte le lacrime sul tuo cuscino e il trucco sbavato, arriva sempre il momento in cui le scuse dell’ex tornano. Del resto, tornano tutti. L’importante è non farsi trovare impreparati. Ecco una guida alla decodifica del suo messaggio.

“Ciao Carla”, ma davvero? Ti ha mai chiamato per nome? Tutt’a un tratto si è ricordato come ti chiami?

“So che è passato un po’ da quando ci siamo lasciati.” Espressioni vaghe e indefinite, quando tu sai benissimo che sono passati 2 mesi e 17 giorni.

“Volevo dirti che mi dispiace, ero confuso, forse abbiamo corso troppo, non ero pronto.” Sbaglio o è stato lui a presentarti sua madre e sua sorella? E il weekend passato a casa di suo cognato e tutti i vari nipoti? Vuoi davvero un uomo così incoerente?

“Quando dicevo di amarti lo dicevo sul serio, era solo il momento ad essere sbagliato.” Classica espressione da scuse dell’ex. Non c’è frase più inflazionata. Adesso ci manca solo “ti lascio perché ti amo troppo”. Pensa al suo comportamento nel momento in cui ti ha lasciato: è cambiato di punto in bianco e poi è sparito senza spiegazioni. Pensi davvero che ti ami una persona così?

“Volevo solo chiederti scusa e magari ripetertelo davanti a un caffé, se ti va.” in codice: è single e annoiato, e tu sei solo la prima ex del suo ripescaggio (o forse no?).

“P.S. Come va con il tuo progetto? Dipingi ancora come prima?” No, non ci cascare proprio adesso! È palesemente un rimando confidenziale a quando stavate insieme! Vuole toccare le tue corde emozionali, non cedere alle sue tattiche da quattro soldi, sei più furba di lui.

La vendetta va servita fredda, si sa, lasciamolo a logorarsi nell’attesa di una tua risposta per un paio di giorni. Poi, non appena sarà il momento giusto: “ho apprezzato le tue scuse, ultimamente sono super impegnata, magari ti scrivo io quando mi libero.” E stavolta, a sparire sarai tu.