Il sesso degli italiani: come ci piace farlo?

Secondo un’indagine sul sesso degli italiani, noi amiamo farlo spesso, volentieri e con tanti partner. Ma anche senza proteggerci adeguatamente.

il sesso degli italiani

Come lo facciamo noi italiani? Secondo il Rapporto Censis-Bayer sul sesso degli italiani tra i 18 e i 40 anni,  noi lo facciamo sempre più spesso, cambiando spesso partner. Ciò che preoccupa  è che  usiamo sempre meno il preservativo e i contraccettivi.

Il sesso degli italiani- Più partner e più trasgressione.

Mentre vent’anni fa il 50% delle donne entro i quarant’anni aveva avuto un solo partner, oggi questo dato è sceso al 39,6% (tra gli uomini il dato è sceso dal 24,7% al 22%). Oggi il numero medio di partner sessuali avuti entro i 40 anni è 6 per le donne e 7 per gli uomini. In media gli italiani hanno 1,8 rapporti sessuali alla settimana, 8 al mese. Si fa più ricorso al dating online e si finisce più rapidamente a letto.

Il 46,9% degli intervistati usa un linguaggio osceno durante i rapporti, il 33,1% pratica il sesso anale, il 24,4% usa oggetti, cibi o bevande per giochi erotici, il 16,5% scatta foto o registra video durante i rapporti, il 16,5% fantastica apertamente con il partner su altri possibili partner, il 13,1% ha rapporti sessuali a tre o più persone, il 12,5% pratica il bondage o il sadomasochismo.

Il sesso degli italiani-Il boom del porno

La pornografia è ormai uscita dalla sfera del proibito e del perverso, anche grazie all’accesso online, facile e gratuito. È utilizzata anche nelle coppie stabili, dove è diventata l’antidoto alla noia. Il 61,2% degli italiani tra i 18 e i 40 anni guarda video porno da solo, il 25,2% lo fa in coppia. E il 37,5% pratica il sexting (l’invio tramite smartphone di immagini e testi sessualmente espliciti).

Il sesso degli italiani- Meno contraccezione e più rapporti non protetti

Il 63,3% degli intervistati ha avuto rapporti sessuali completi non protetti. Il 33,9% degli uomini e il 23,3% delle donne percepiscono la contraccezione come una limitazione. Quando si chiede loro il perché non si non si proteggano da malattie e da gravidanze indesiderate, gli italiani rispondono che: al momento del rapporto non avevano a disposizione un contraccettivo (22,5%); hanno deciso di correre il rischio (18,1%); non pensavano che ci fossero grandi probabilità di incorrere in una gravidanza indesiderata (17,9%); il partner ha preferito non usare contraccettivi (15,1%).

Ciò che contrasta con questi dati è che in realtà esiste una discreta informazione sui metodi contraccettivi: il profilattico è il più conosciuto (dal 92,8%), seguito dalla pillola (dall’86,5%) .

Fonti:

Censis

Redazione Mettiche

Ultimo aggiornamento: 4 luglio 2019

Voto Medio Utenti (4.5/5)