Facciamo poco sesso? Viviamo una sex recession? Non è vero!

Facciamo poco sesso? I giovani vivono una sex recession? Non è vero, per lo meno non in Italia!

Qualche tempo fa, il magazine americano The Atlantic con la sua inchiesta “The Sex Recession. Why Are Young People Habing So Little Sex?” dichiarò che i millennials americani facevano meno sesso rispetto alle generazioni che li precedevano. E noi italiani? Facciamo poco sesso?

No, per noi non si può certo dire la stessa cosa!

Tra Tinder, il free porno, i vari sex toy e tutta la libertà del mondo, gli italiani non sembrano in recessione, tutt’altro: i numeri ci dicono che stiamo andando alla grande! Circa il 71% dei millennials si dice soddisfatto della frequenza con cui fa sesso e il 62% crede che anche i propri amici se la stiano passando bene. Al giorno d’oggi, il 44,1% – contro il 36,9% di 20 anni fa – fa sesso regolare due o tre volte a settimana. Mica male!

I giovani di oggi non solo fanno più sesso rispetto alle generazioni precedenti ma lo fanno anche con più partner e in modo più vario.

Il rapporto classico “pene-vagina” è stato rivoluzionato e ora può avere mille sfumature. Gli italiani sono molto più aperti e creativi dei propri genitori: ormai si può “fare sesso” in mille modi diversi: dal famoso texting ai sex toys, all’anal, alle masturbazioni, al bdsm e ai video hard.

Però attenzione, perchè tutta questa maggiore libertà non significa per forza che il sesso è diventato leggero e superficiale, anzi. Se per molti ragazzi il sesso è arrivare dritti al risultato, per altri non è così. Soprattutto per le donne: il sesso non è solo fisico, è anche mente. E questo non significa che le ragazze fanno sesso solo quando sono innamorate, ma che lo fanno quando sono in qualche modo coinvolte a livello psicologico, quando quel ragazzo o quella ragazza, in qualche modo non ben identificato, “è entrato nel cervello”.

Quindi ragazzi, in poche parole, non vi preoccupate: alla domanda “facciamo poco sesso?” possiamo rispondere a testa alta che non è vero! A noi italiani la sex recession non ci riguarda!