Emorragia da sospensione: il ciclo che ci piace!

La pillola anticoncezionale è uno dei metodi contraccettivi più sicuri e utilizzati dalle donne, ma sono ancora tanti i falsi miti da sradicare e i dubbi che nutre una buona parte delle donne. Ce ne sono tantissime, ognuna con caratteristiche diverse, proprio per rispondere alle esigenze di più donne possibile. A seconda del tipo di pillola utilizzato, durante il ciclo avviene la cosiddetta emorragia da sospensione. Ma di cosa si tratta?

Vediamone il funzionamento. La pillola anticoncezionale “mette a riposo” le ovaie, per così dire. E, grazie agli ormoni estrogeni e ai progestinici che sono contenuti all’interno, la mucosa uterina continua a crescere e, alla sospensione mensile del pillola, si sfalda. Ecco l’emorragia da sospensione, o anche più comunemente chiamata “finto ciclo”, che viene quindi provocata dalla mancata e temporanea assunzione orale degli ormoni.

ln parole povere, possiamo chiamare l’emorragia da sospensione che si presenta in corso di assunzione di un contraccettivo ormonale, una falsa mestruazione o un finto ciclo! Infatti, non corrisponde a delle vere e proprie mestruazioni (dato che l’ovulazione non ha avuto luogo). Ed è generalmente anche molto meno abbondante di un’emorragia mestruale.

Ma perchè creare questo processo? Quale è il significato? Dall’antichità a oggi le gravidanze sono visibilmente diminuite con, però, un aumento importante del numero di mestruazioni nel corso dell’esistenza: si è passati da 160 cicli a 400! Questo ovviamente grazia a cambiamenti storici e sociali e all’introduzione dei contraccettivi. E dato che le mestruazioni compaiono quando non è avvenuta la fecondazione, e quindi in assenza di una gravidanza, per rendere la contraccezione più accettabile da parte delle donne, le pillole sono state studiate proprio per “copiare” il funzionamento delle mestruazioni. Inducendo un sanguinamento mensile, che però non corrispondo a quello reale.

Possiamo quindi dare all’emorragia da sospensione un significato meramente “psicologico”. E questi finti cicli possono essere sospesi o dilazionati senza problemi per la donna, a seconda del tipo di contraccettivo e del regime di somministrazione.

Quindi, no panic!