Contraccezione e visite ginecologiche: ecco dove curarsi costa meno

Per la scelta dei contraccettivi, la prevenzione e gli esami in gravidanza esistono delle soluzioni gratuite. Ecco dove curarsi costa meno.

Spesso si trascura la propria salute non solo per mancanza di tempo o per distrazione ma anche per problemi economici. La buona notizia è che esistono delle soluzioni completamente gratuite oppure low cost. Ecco dove curarsi costa meno.

Dove curarsi costa meno- La scelta dei contraccettivi in consultorio.

Puoi trovare l’elenco dei consultori sul sito del Ministero della Salute. Per fissare un appuntamento, basta una telefonata e non è necessaria l’impegnativa del medico di base. Le visite sono gratuite, tranne che per alcune prestazioni, come la visita ginecologica. In tal caso si paga solamente il ticket, con un costo medio che è inferiore ai 30 euro, con eccezione per chi ha delle esenzioni. Ricorda, inoltre, che in alcune regioni, i contraccettivi sono gratuiti per alcune fasce di popolazione.

Dove curarsi costa meno- La prevenzione nelle ASL.

Le regioni offrono dei controlli gratuiti preventivi per la diagnosi precoce di malattie tumorali e non tumorali.

La prima arma di prevenzione è il pap-test. È fondamentale per la diagnosi precoce del tumore del collo dell’utero, ma anche di alcune malattie a trasmissione sessuale quali papilloma virus, gonorrea e sifilide. Questo esame è consigliato alle donne tra i 24 e i 65 anni. Viene eseguito ogni 3 anni nella maggior parte delle Asl, ogni cinque dove viene già proposta la nuova formula che individua il Papilloma virus.

Le donne nella fascia d’età interessata ricevono a domicilio una lettera-invito nella sede ambulatoriale più vicina alla propria residenza, nella quale vengono indicate le informazioni utili per effettuare l’esame. Laddove la donna che ha tra i 24 e i 65 anni non ricevesse l’invito, può prenotare una visita presso la ASL di riferimento.

Dove curarsi costa meno- Gli esami in gravidanza in ospedale.

Quasi ogni ospedale ha un percorso apposito per seguire la donna in gravidanza. Si inizia dalla prima visita, con tempi di attesa al massimo di un paio di settimane, per poi continuare con una serie di  controlli, esami e analisi del sangue programmati a cadenza regolare. Il tutto è a carico del Servizio sanitario nazionale, senza neanche dover pagare il ticket.

Dove curarsi costa meno- Cerca il bollino rosa.

L’Osservatorio per la salute della donna (Onda) attribuisce un riconoscimento agli ospedali “a misura di donna”. Sul sito bollinirosa.it potrai trovare le schede degli ospedali con i giudizi delle pazienti e con le iniziative che vengono proposte durante l’anno, come esami e servizi gratuiti.

Fonte: Donna Moderna

Redazione Mettiche

Ultimo aggiornamento: 4 gennaio 2019

Voto Medio Utenti (4.5/5)