Com’è andata la prima volta?

Com’è andata la tua prima volta? La ricordi come una bella esperienza o come un’esperienza devastante? Devi sapere che il primo approccio col sesso ti accompagnerà per il resto della vita.

La prima volta non si scorda mai. Lo confermano anche sessuologi e psicologi, secondo i quali  quel che è successo quando abbiamo scoperto il sesso, di solito ci accompagna per il resto della vita. Il primo rapporto completo decide come sarà la nostra vita sessuale, affettiva e di relazione in futuro. Partire col piede giusto, dunque, può essere importante.

Come sapere se è andata bene?

Perché la prima volta sia andata bene, non conta troppo né raggiungere l’orgasmo né far durare  lungo l’incontro. Ciò che fa davvero la differenza è sentirsi realmente pronti a farlo, esserci arrivati piano piano e con emozioni positive. Quello che conta è essersi sentiti accolti dall’altro, senza aver provato vergogna o disgusto.

Se la prima volta è andata bene, cresce la probabilità di essere soddisfatti anche dei partner futuri. Chi si è sentito amato e rispettato la prima volta è poi più sereno negli incontri sessuali successivi. Chi invece ha provato ansia o rammarico, sarà più diffidente e meno appagato nei rapporti seguenti.

Com’è andata la prima volta per chi lo fa tardi?

La psicologa dell’Università di Austin, Paige Harden, nella sua ricerca, ha scoperto che chi aspetta la maggiore età per i primi rapporti sessuali, nel corso della vita ha un minor numero di relazioni, che però sono più stabili e appaganti. Addirittura chi aspetta oltre i 19 anni di solito è meno ansioso nei rapporti di coppia, è più esigente nella scelta dei partner sessuali ed è più maturo dal punto di vista emotivo e cognitivo. Sembra addirittura che abbia stipendi più alti e maggiori successi nella vita!

E per chi lo fa presto?

Sembra che farlo troppo presto non faccia bene alla salute. Una prima volta prima dei 14 anni è correlata a una maggiore probabilità di malattie sessualmente trasmesse, disturbi del comportamento alimentare e dell’umore, fumo  e abuso di alcol.

Com’è andata la prima volta: la differenza tra uomini e donne.

Ragazzi e ragazze vivono l’esperienza del primo rapporto sessuale in maniera diversa. Ad esempio, una buona autostima porta sotto le lenzuola più precocemente gli uomini, mentre tra le donne è vero il contrario.

Anche le emozioni che provano maschi e femmine sono diverse. Una ricerca condotta da una studiosa dell’Università di Los Angeles, ha dimostrato che le donne si pentono soprattutto di aver perso la verginità con il partner sbagliato oppure di aver fatto sesso troppo presto. Gli uomini, invece, si rammaricano di essere stati poco “avventurosi” sessualmente. Sembra proprio che questo risultato derivi dalla nostra storia evolutiva: per l’uomo ogni opportunità persa è una possibilità di riprodursi in meno, mentre le donne devono essere più selettive perché possono avere solo pochi figli a testa.

Fonte: Focus Aprile 2019

Redazione Mettiche

Ultimo aggiornamento: 6 maggio 2019

Voto Medio Utenti (4.5/5)